CROSTATA CON FROLLA AL CACAO, CREMA PASTICCIERA E MORE

Mia madre e il suo compagno hanno suonato al campanello di casa con una cassetta piena di more fresche prese direttamente dal produttore Sant’Orsola. Come tutta la frutta appena raccolta, queste more hanno un sapore unico che vi ascio immaginare e non vi dico quanto stavano bene sopra la mia crostata con frolla al cacao e crema pasticciera.

Questa crostata, realizzata con le ricette di Ernst Knam, sia per la frolla al cacao che per la crema pasticciera,  è un dolce semplice nella sua composizione, ma davvero squisito in quanto regala al palato un contrasto piacevolissimo tra il gusto deciso e dolce della frolla al cacao e della crema alla vaniglia, con l’asprigno delle more. 

Realizzerete questa torta in due tempi, prima facendo la frolla al cacao in 10 minuti, poi lo stesso giorno, o anche uno dei successivi, farete la crema pasticciera in altri 10 minuti e provvedete all’assemblaggio del dolce. 

OCCORRENTE: stampo 22 cm o 24 cm

TEMPO: 10 minuti per la frolla + 10 minuti per la crema + (3 ore di tempo di riposo della frolla)

DIFFICOLTA’: media

Pasta frolla al cacao (ricetta Ernst Knam) 

Ingredienti:

  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • 50 g di uova (circa 1)
  • 2 g di sale
  • ½ bacca di vaniglia
  • 5 g di lievito in polvere
  • 200 g di farina 00
  • 40 g di cacao in polvere

More per guarnire

Procedimento:

  • incidete la mezza bacca di vaniglia ed estraete i semi con la punta arrotondata di un coltello e aggiungeteli al burro spezzettato:
  • a mano o in una planetaria con la foglia, impastate il burro precedentemente ammorbidito con lo zucchero e i semi di vaniglia;
  • quando gli ingredienti saranno amalgamati, unite le uova, la farina, il cacao e il lievito;
  • appena la farina è amalgamata smettete di impastare, formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigo per almeno 3 ore.

I consigli di Olly’Snack:

  • qui le dosi che vi ho riportato sono pari a circa 450 g sufficienti per una crostata da 24 cm;
  • prima di aggiungere le uova sbattetele leggermente con una forchetta e uniteci il sale;
  • una frolla ben riuscita non appiccica alle dita quando la toccate appena finito di impastarla.

Crema pasticciera (ricetta Ernst Knam)

Ingredienti:

– Latte intero 340 g
– Vaniglia 1 bacca
– Tuorli 80 g (circa 4 uova)
– Zucchero 60 g
– Amido di mais (maizena) 20 g
– Farina di riso 10 g

Procedimento:

* scaldate il latte con il baccello della vaniglia. I semi, invece, mescolateli ai tuorli leggermente sbattuti;

* a questi aggiungete lo zucchero e lavorate immediatamente il composto con la frusta;

* unite in un colpo solo l’amido e la farina setacciati e amalgamateli;

* prima che il latte cominci a bollire prelevatene qualche cucchiaio e stemperate il composto;

* quando il latte bolle eliminate la bacca e aggiungete l’impasto di tuorli e polveri;

* mescolate continuamente per circa 2-3 minuti dal bollore fino a quando avrete una crema densa e cremosa. Fate raffreddare completamente con pellicola a contatto o spolverizzando la superficie di zucchero così da evitare i grumi.

I consigli di Olly’Snack:

Cuocete la frolla su uno stampo imburrato e infarinato per 18/19 minuti circa in forno preriscaldato a 175°C, bucherellandola e mettendoci sopra un foglio di carta forno con dei fagioli secchi o uno stampo più piccolo. Sfornate, togliete lo stampo più piccolo con il foglio di carta forno e lasciate raffreddare completamente.

Una volta preparati il fondo della crostata e la crema, farcite con quest’ultima usando una sac a poche con bocchetta larga e liscia (se non l’avete usate un cucchiaio) effettuando dei movimenti circolari dall’esterno all’interno e guarnite con le more.

… per tutte le foto e le ricette

seguitemi nella pagina Facebook @ollysnackrecipes 

e nella pagina Instagram @ollysnack

 

CROSTATA AL PISTACCHIO CON CREMA AL MASCARPONE

La mia crostata al pistacchio con crema al mascarpone nasce dalla voglia di creare un dolce al pistacchio così da poter utilizzare la granella di pistacchio Decorì inviatami dall’azienda Lo Conte con cui collaboro. La frolla, anche questa al pistacchio, è incredibilmente buona, dovete assolutamente provarla, in particolar modo appena cotta e lasciata raffreddare, sentirete che gusto! La crema che vi lascio qui l’ho fatta con poco zucchero e quindi non è per niente stomachevole. Un dolce squisito, non troppo elaborato e dal risultato assicurato!

 OCCORRENTE: fruste elettriche + sac a poche

DIFFICOLTA’: media

TEMPO: 10 minuti per la frolla + 8 ore riposo frolla + 10 minuti per la crema

Frolla al pistacchio di Leonardo Di Carlo

Ingredienti

110 g di burro*

250 g di farina 00

110 g di zucchero a velo

50 g di farina di pistacchio

1 uovo (55 g)

1 pizzico di sale

Procedimento per la frolla:

  • lavorate in una ciotola, o in planetaria con la foglia, il burro con lo zucchero a velo, aggiungete l’uovo con il pizzico di sale, amalgamate, inserite la farina setacciata e poi la farina di pistacchio, amalgamate senza montare, formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e mettete a riposare in frigo per 8 ore;

I consigli di Olly’Snack:

  • con queste dosi vi verranno due crostate piccole (da 18 cm) o una media (es. 22-24 cm) più qualche biscotto;
  • *fate ammorbidire il burro mezz’ora fuori dal frigo;
  • prima di aggiungere l’uovo sbattetelo leggermente con una forchetta e aggiungeteci il sale;
  • stendete la frolla a 3 mm di spessore sopra un foglio di carta forno spolverizzato di un po’ di farina così non appiccicherà, foderate lo stampo imburrato e infarinato e mettete la frolla, infine bucherellate con una forchetta;
  • cuocete a 175° in forno preriscaldato per circa 19 minuti (vi riporto qui la cottura in quanto non è parte della ricetta di Di Carlo).

Chantilly al mascarpone

Ingredienti

300 ml di panna fresca

2 cucchiai di zucchero a velo

250 g di mascarpone

i semi di una bacca di vaniglia

Per decorare … granella di pistacchio Le Decorazioni Decorì Lo Conte

Procedimento per la crema:

  • versate la panna in una ciotola dai bordi alti con due cucchiai di zucchero a velo setacciato, incidete a metà la bacca di vaniglia, prelevarne i semi, metteteli nella ciotola e montate a neve ferma il tutto con le fruste elettriche;
  • aggiungete il mascarpone in una volta scolandolo dall’eventuale liquido sul fondo della scatola e montate ancora finché sarà amalgamato.

Montaggio del dolce:

  • una volta raffreddata completamente la base, inserite la crema chantilly al mascarpone in una sac a poche con la bocchetta piatta e effettuate le onde partendo dal centro e poi proseguendo verso i bordi, infine verste la granella di pistacchio Decorì.

I consigli di Olly’Snack:

  • la crema mi è bastata per due crostate da 18 cm, quindi in base al vostro stampo regolatevi con questa indicazione, cospargete di granella di pistacchio Decorì e al termine riponete la crostata in frigo.

Crostata con frolla all’olio e Nutella

Questa crostata con frolla all’olio è il dolce che ho realizzato in collaborazione con l’azienda Lo Conte utilizzando la farina Le Farine Magiche per Pasta Frolla senza burro. La frolla di questa crostata, grazie alla farina Le Farine Magiche per Pasta Frolla senza burro è incredibilmente buona, pronta in un paio di minuti ed è facile da stendere, provare per credere, non appiccica per niente! Grazie ad un piccolo trucco non scurirete i bordi ottenendo una crostata chiara, morbida e fragrante!

Ingredienti:

  • 100 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 80 g di olio di semi *
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 300 g di farina per Pasta Frolla senza burro Le Farine Magiche
  • tra i 4 e i 6 cucchiai colmi di crema al caco e nocciole o Nutella

Procedimento:

  • In una terrina inserite lo zucchero, il sale, le uova, l’olio, la buccia del limone, un po’ della farina e mescolate, aggiungete il lievito e il resto della farina e mescolate ancora, otterrete un panetto liscio che non appiccica alle dita;
  • stendete la frolla con un po’ di farina sopra e sotto il panetto e foderate uno stampo imburrato e infarinato di 22 cm;
  • farcite con la crema spalmabile al cacao e nocciole o Nutella;
  • stendete la pasta rimanente e ricavate circa sei strisce della stessa larghezza che andrete a sovrapporre sulla crema;
  • piccolo trucco à cuocete la vostra crostata in forno preriscaldato a 170° ricoperta da un foglio di alluminio per 20-25 minuti e senza alluminio per 10 minuti circa.

*I consigli di Olly’Snack:

  • io ho usato olio di semi di mais, ma potete usarne anche di altro tipo purché di semi;
  • non è necessario, ma per stendere la frolla potete aiutarvi anche con due fogli di carta forno cospargendo leggermente di farina sopra e sotto il panetto;
  • per la farcitura ho utilizzato una crema senza latte alle nocciole e cacao, ma se non avete intolleranze al lattosio va benissimo la Nutella.

L’ Antica (di Ernst Knam) con le note di Olly’Snack

L’ Antica è composta da una base di frolla con farina integrale, da un velo di confettura di lamponi, da uno strato di ganache al cioccolato e da una guarnizione di lamponi freschi.

Il contrasto dato dal cioccolato e dai lamponi conferisce un sapore unico.

La sua esecuzione è semplice e non richiede molto tempo.

Non vi resta che provarla!

TEMPI: 10 minuti per la frolla + 20 per la cottura + 5 per la ganache

OCCORRENTE: 1 stampo per crostata da 24 cm circa o 2 stampi/anelli da 18/20 cm

DIFFICOLTA’: bassa

I consigli di Olly’Snack:

  • vi lascio queste dosi in quanto, in base ai vostri stampi potrete ottenere 2 crostate da 20 cm ciascuna, come ho fatto io o una crostata più grande se avete uno stampo più grande (l’ideale sarebbe usare stampi con bordi bassi per crostate);
  • la frolla è ben riuscita quando non appiccica alle dita, per ottenere questo risultato impastate solo lo stretto necessario ad amalgamare gli ingredienti;
  • stendete la frolla tra due fogli di carta forno con un po’ di farina sopra e sotto il panetto;
  • quando estraete il panetto dal frigo attendete un po’ prima di stenderlo affinché si ammorbidisca leggermente;
  • non lavate i lamponi prima di metterli sul dolce altrimenti l’acqua rimanendo all’interno ne causerebbe il deterioramento;
  • per la ganache potete utilizzare anche un cioccolato al 50%.

Ingredienti per la frolla integrale:

  • 125 g di burro ammorbidito
  • 125 g di zucchero
  • 50 g di uovo (circa 1)
  • 2 g di Sale
  • i semi di mezza bacca di vaniglia
  • 5 g di lievito in polvere
  • 120 g di farina 00
  • 120 g di farina integrale

Ingredienti per la ganache al cioccolato (le dosi sono per due crostate):

  • 220 ml di panna fresca liquida
  • 300 g di ciocco fondente al 60%

In aggiunta:

  • 160 g di confettura di lamponi (80 g a crostata)
  • per guarnire una crostata servono 250 g di lamponi freschi (due scatolette)

Procedimento per la frolla integrale:

  • impastate a mano, o nella planetaria con la foglia, il burro con lo zucchero e la vaniglia per qualche secondo;
  • non appena saranno amalgamati aggiungete l’uovo, la farina 00, la farina integrale, il lievito e il sale;
  • smettete di impastare non appena la farina sarà incorporata;
  • formate un panetto, avvolgete nel cellophane e mettete a riposare in frigo per almeno 3 ore;
  • nel frattempo preparate la ganache spezzettando il cioccolato e portando a bollore la panna in un pentolino;
  • spegnete il fuoco, versate il cioccolato nella panna e emulsionate con una frusta, dovrà risultare liscia e lucida;
  • imburrate una teglia e rivestitela con uno strato di frolla da 3 mm e mettete sul fondo la marmellata livellandola bene;
  • cuocete in forno preriscaldato per 19-20 minuti a 175° C;
  • una volta sfornata lasciate raffreddare prima di coprire con la ganache;
  • aggiungete i lamponi.

 

 

 

 

 

 

CROSTATA ALLA MARMELLATA SENZA BORDI

Avete presente quando la vostra crostata vi viene davvero buona, ma con i bordi bruciacchiati e irregolari? Vi lascio qui il trucco per evitare questo inconveniente. Continuate a leggere per scoprire come fare una crostata che sembrerà da pasticceria! 

La ricetta per la frolla speciale per crostate è del Maestro Pasticciere Iginio Massari e da quando l’ho provata non l’ho più abbandonata. Ho preparato questa crostata alla marmellata senza bordi per il compleanno del mio “quasi marito” che ha compiuto gli anni e che mangia dolci solo per le occasioni speciali; ha lasciato lui e gli invitati alla festa davvero senza parole. La consistenza risulta morbida ed estremamente saporita grazie agli aromi e ai profumi dati dalla vaniglia e dalla buccia di limone. Provare per credere!

DIFFICOLTA’: bassa

TEMPI: 10 minuti per preparare la frolla + una notte per il riposo + 20 minuti di cottura

OCCORRENTE: planetaria con la foglia se l’avete, matterello, anelli o stampi per crostata (le dimensioni variano in base a quante crostate volete ottenere, io ho usato un anello da 20 cm ottenendo due crostate)

Ingredienti per la frolla speciale per crostate:

  • 350 g di burro
  • 200 g di zucchero velo
  • 50 g di miele di acacia
  • i semi di un 1 baccello di vaniglia
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 80 g di tuorli
  • 4 g di sale
  • 500 g di farina di grano tenero tipo 00
  • Marmellata q.b.

Procedimento:

  • setacciate la farina e mettete da parte;
  • nella planetaria mettete il burro ammorbidito, ma ancora plastico, con lo zucchero velo, il miele, la buccia del limone e i semi di vaniglia;
  • amalgamate con la foglia fino a ottenere un composto omogeneo senza montare;
  • aggiungete i tuorli in cui avrete precedentemente sciolto il sale e, quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporate la farina;
  • spegnete la macchina non appena la farina si sarà ben amalgamata;
  • formate un panetto, ricoprite con pellicola e riponete in frigo per una notte per stabilizzarla;
  • imburrate una teglia, stendete uno strato di circa 5 mm;
  • foderate con la pasta lo stampo e bucherellate con una forchetta, mettete la marmellata e formate le tipiche strisce;

  • cuocete in forno preriscaldato ventilato per 20-25 minuti (in base alla grandezza della teglia) a 180 gradi.

I consigli di Olly’Snack:

  • il trucco sta nell’utilizzo di un anello con cui dare la forma e tagliare le strisce e di un tappetino forato in silicone per cottura, anche questo forato, che permettono una cottura uniforme e una forma perfetta grazie all’eliminazione dei bordi;
  • mi raccomando, lasciate l’anello forato in fase di cottura altrimenti potrebbe sformarsi la vostra crostata;
  • una volta sfornata lasciate raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo;
  • con queste dosi verranno due crostate da 20 cm con strisce sulla superficie, riducendo lo spessore potreste farne anche tre;
  • stendete la pasta tra due fogli di carta forno (sotto e sopra il panetto mettete un po’ di farina) così non si appiccicherà sul piano di lavoro;
  • la quantità di marmellata che vi servirà è pari a circa due cucchiai pieni per crostata;
  • in un forno tradizionale, cuocete una crostata alla volta;
  • non temete le dosi di frolla indicate, questa crostata alla marmellata è un dolce che avvolto da carta per alimenti si conserva benissimo per una settimana.

CROSTATA GLASSATA AL LIMONE “TIPO SFOGLIATINE”

 

La CROSTATA GLASSATA AL LIMONE “TIPO SFOGLIATINE” è una crostata talmente bella oltre che buona che vi farà fare un figurone. La frolla all’olio sarà più facile da stendere e posizionare nello stampo rispetto a quella al burro.

La ricetta che ho provato con ottimi risultati è di Fatto in casa da Benedetta che ringrazio per avermi fatto scoprire la splendida glassa che ricorda le sfogliatine.

OCCORRENTE:

  • Fruste elettriche
  • Teglia 22 o 24 cm (io ho optato per quella da 22 cm quindi ho avanzato un pezzetto di impasto)
  • Sac a poche (ideale quella usa e getta)

TEMPI: 1 ora totale compresa la cottura

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • 70 g di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 250 g di farina
  • 200 g di marmellata a piacere
  • 1 fialetta di aroma al limone (io ho usato l’olio essenziale di limone per evitare la fialetta di aroma, in alternativa potete mettere qualche goccia di succo di limone)
  • 50 g di marmellata di albicocche

Procedimento:

  • preparate una taglia da 22 o 24 cm con la base unta di burro o olio e infarinata;
  • in una terrina versate il primo uovo intero, del secondo separate il tuorlo dall’albume e versateci solo il tuorlo, tenendo da parte l’albume che servirà successivamente per la glassa;
  • aggiungete lo zucchero nella terrina;
  • versate l’olio;
  • mettete il lievito;
  • versate un po’ per volta la farina mescolando con movimenti circolari con le dita ogni volta che la versate;
  • versate un po’ di farina sul piano da lavoro e sopra l’impasto, terminate di impastare fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo;
  • quando le dita non si appiccicano più alla pasta la frolla è pronta;
  • stendete su un foglio di carta forno metà dell’impasto aiutandovi con un matterello e un po’ di farina sopra e sotto;
  • per estrarre con facilità la vostra crostata glassata al limone mettete sul fondo dello stampo due strisce di carta forno disposte a croce;
  • sistemate la pasta frolla appena stesa e regolate i bordi con un coltello;
  • spalmate 200 g di marmellata (qualsiasi gusto, io ho usato quella di frutti di bosco);
  • stendete l’altra metà della frolla e adagiatela sul dolce chiudendo bene con le dita la circonferenza;
  • con una forchetta bucherelliamo tutta la superficie;
  • con le fruste elettriche montate l’albume messo da parte;
  • aggiungeteci l’aroma o le gocce di limone;
  • spalmiamo la glassa su tutta la superficie del dolce lasciando fuori solo il bordo;
  • scaldate i 50 g di marmellata solo per qualche secondo e versatela dentro una sac a poche, tagliate la punta giusto per formare un buchino e create una griglia con righe decise che vanno da una parte all’altra della crostata (io ho fatto una griglia da 6 righe e 6 righe perpendicolari);
  • infornate in forno preriscaldato, a 160° in forno ventilato e a 170° in forno statico, per 35 minuti circa.

per vedere tutti i passaggi sfoglia le foto della mia pagina Instagram ollysnack

CROSTATA CON CREMA DIPLOMATICA E FRUTTI DI BOSCO

TEMPO NECESSARIO: 10 minuti per la frolla, 10 per la crema più almeno 1 ora di riposo della frolla  e 1 ora di raffreddamento della crema diplomatica. 5 minuti per farcire e decorare.

OCCORRENTE: stampo per crostata, fruste elettriche (planetaria solo se l’avete)

Queste dosi vanno bene per foderare e fare le strisce di uno stampo grande per crostate da 26 cm.  Io ho optato per un anello forato da 19 cm di diametro appoggiato su tappetino di silicone apposito per cottura avanzando impasto per un’altra crostata (potete conservare la pasta avanzata in frigo per qualche giorno ricoperta da pellicola e cuocere all’occorrenza).

Frolla speciale per crostate (ricetta di Iginio Massari)

Ingredienti:

– 175 g di burro
– 100 g di zucchero velo
– 25 g di miele di acacia
– 1/2 baccello di vaniglia
– scorza grattugiata di un limone
– 40 g di tuorli
– 2 g di sale
– 250 g di farina di grano tenero tipo 00

Procedimento:

  • Setacciate la farina e mettete da parte.
  • In una ciotola, su piano da lavoro o in planetaria mettete il burro ammorbidito, ma ancora plastico, con lo zucchero velo, il miele, la buccia del limone e i semi di vaniglia (tagliate la bacca in 2 e estraetene i semi).
  • Amalgamate con la foglia fino a ottenere un composto omogeneo senza montare.
  • Aggiungete i tuorli, leggermente sbattuti, in cui avrete precedentemente sciolto il sale e, quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporate la farina.
  • Spegnete la macchina non appena la farina si sarà ben amalgamata.
  • Coprite con pellicola e riponete in frigo per una notte per stabilizzarla.
  • Imburrate una teglia, stendete uno strato di circa 5 mm tra due fogli di carta forno (sotto e sopra il panetto mettete un po’ di farina).
  • Foderate con la pasta lo stampo e bucherellate con una forchetta*.
  • Cuocete in forno preriscaldato ventilato per 20-25 minuti (in base alla grandezza della teglia) a 180 gradi.
  • Toglietela dallo stampo una volta raffreddata completamente.

 * Potete optare anche per mettere sopra la pasta un foglio di carta forno con fagioli secchi così da non scurire troppo la pasta. Se utilizzate un anello di acciaio forato come me,  ritagliate prima il cerchio e poi una striscia di 2 cm di basta per il bordo che applicherete all’interno dell’anello sopra il disco già preparato. Forate la base con forchetta e mettete in forno.

Crema diplomatica

Ingredienti:

300 ml di latte intero
3 tuorli
65 g di zucchero
33 g di maizena (amido di mais)
1/2 baccello di vaniglia oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
125 ml di panna fresca da montare
Procedimento: 
Dividete i tuorli dagli albumi.
Scaldate il latte con i semi di vaniglia o l’estratto e tenetelo da parte. Setacciate la maizena e aggiungetevi lo zucchero semolato.
Lavorate i tuorli con la maizena e lo zucchero fino ad ottenere una crema molto densa.
Aggiungete il latte scaldato, poco per volta. Filtrate e trasferite il composto liquido in un pentolino, cuocete a fiamma media mescolando in continuazione fino a completo addensamento della crema. Trasferite la crema in un contenitore e lasciatela raffreddare completamente con la pellicola a contatto per evitare la formazione della patina in superficie. Nel frattempo montate la panna ben ferma e tenerla da parte. Quando la crema si sarà raffreddata completamente risulterà molto densa quindi lavoratela alcuni minuti con la frusta a mano per ripristinare una consistenza cremosa e aggiungete la panna montata. Amalgamate delicatamente con la frusta a mano le due preparazioni fino ad ottenere una crema liscia e densa.

Fate raffreddare completamente con pellicola a contatto o spolverizzando la superficie di zucchero così da evitare i grumi.

Una volta preparati il fondo della crostata e la crema diplomatica, farcite con quest’ultima (se si sarà indurita sbattetela con le fruste elettriche per qualche secondo). Decorate con frutta a piacere.

buon appetito da Olly’Snack!

Crostata con crema pasticciera e frutta

La crostata con crema pasticciera e frutta è il dolce preferito di tanti. Esistono tante ricette e versioni, qui vi posto la ricetta della mia crostata alla crema e frutta per eccellenza che vede l’unione di due ricette dei grandi della pasticceria: quella della frolla di Massari e della crema pasticciera di Knam. Ho adattato le ricette nelle dosi aggiungendo qualche nota per darvi tutti i dettagli possibili per un risultato impeccabile. Sentirete che bontà!

Difficoltà: medio-bassa

Tempo necessario: 10 minuti per la frolla, 10 per la crema più 1 ora di riposo della frolla  e 1 ora di raffreddamento della crema pasticciera. 5-10  minuti per farcire e decorare.

Occorrente: stampo per crostata diametro 22, 24 o 26 cm (io ho usato uno stampo da 22 cm ottenendo una crostata e due crostatine da 8 cm di diametro.

Pasta frolla universale (ricetta Iginio Massari)

Ingredienti per circa 500 g di prodotto:

  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • Mezzo baccello di vaniglia
  • Scorza grattugiata di mezzo limone
  • 50 g di uova
  • due pizzichi di sale
  • 250 g di farina di grano tenero 00

Procedimento:

  • Riunite il burro un po’ ammorbidito (lasciatelo mezz’ora/un’ora a temperatura ambiente) con la buccia del limone e i semi di vaniglia insieme allo zucchero.
  • Amalgamate con una spatola.
  • Sciogliete il sale nelle uova sbattute leggermente con una frusta manuale o una forchetta.
  • Aggiungete le uova poco per volta, mescolando ad ogni inserimento.
  • Quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporate la farina lavorando solo fino a quando sarà amalgamata completamente.
  • Avvolgete il panetto nella pellicola e mettete a riposare in frigo almeno 3 ore (io l’ho lasciata tutta la notte come consigliato).
  • Stendete la pasta a circa 3-5 mm di spessore, tra due fogli di carta forno e mettetela nello stampo precedentemente imburrato.
  • Effettuate dei fori con i rebbi di una forchetta e cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 15-20 minuti.
  • Lasciate raffreddare 10 minuti nello stampo ed estraete riponendo su una gratella fino a completo raffreddamento.

Crema pasticciera (ricetta Ernst Knam)

Ingredienti:
– Latte intero 340 g
– Vaniglia 1 bacca
– Tuorli 80 g (circa 4 uova)
– Zucchero 60 g
– Amido di mais (maizena) 20 g
– Farina di riso 10 g

* Scaldate il latte con il baccello della vaniglia. I semi, invece, mescolateli ai tuorli leggermente sbattuti.

*A questi aggiungete lo zucchero e lavorate immediatamente il composto con la frusta.

*Unite in un colpo solo l’amido e la farina setacciati e amalgamateli.

*Prima che il latte cominci a bollire prelevatene qualche cucchiaio e stemperate il composto.

* Quando il latte bolle eliminate la bacca e aggiungete l’impasto di tuorli e polveri.

*Mescolate continuamente per circa 2-3 minuti dal bollore fino a quando avrete una crema densa e cremosa. Fate raffreddare completamente con pellicola a contatto o spolverizzando la superficie di zucchero così da evitare i grumi.

Una volta preparati il fondo della crostata e la crema, farcite con quest’ultima usando una sac a poche con bocchetta larga e liscia, effettuando dei movimenti circolari dall’esterno all’interno. Decorate con frutta a piacere.

Buon appetito da Olly’Snack!