CHIFFON CAKE ALL’ARANCIA CON ROSE DI CREMA

La chiffon cake è la ciambella americana, incredibilmente soffice e caratterizzata dalla presenza del cremor tartaro, un lievito naturale di facile reperibilità nei comuni supermercati. Grazie alla sua altezza si presta perfettamente per essere decorata per le occasioni speciali. In questo caso ho optato per l’aromatizzazione con la buccia d’arancia invece che per quella al limone e per una glassa all’arancia decorando la superficie con delle rose di crema e scaglie di cioccolato bianco.

La chiffon cake non prevede burro nè latte quindi è perfetta per gli intolleranti al lattosio, l’aggiunta della crema infatti è facoltativa e decorativa, è buonissima anche solo con una spolverizzata di zucchero a velo!

OCCORRENTE: planetaria o fruste elettriche + stampo per chiffon cake (il mio ha le seguenti misure 25 cm di diametro, 10 cm di altezza, 8 cm di larghezza)+ sac a poche per la decorazione

TEMPI: 1 ora

DIFFICOLTA’: media

Ingredienti:

300 g di zucchero extrafine
290 g di farina 00 per dolci
200 g acqua di bottiglia (a temperatura ambiente):
120 g di olio di semi di girasole
6 uova grandi
i semi di un baccello di vaniglia
scorza di un’arancia non trattata

2 gr di sale fino
1 bustina di lievito in polvere per dolci
8 gr di cremor tartaro

Procedimento:

* suddividete i tuorli dagli albumi mettendo i tuorli in una ciotola capiente e gli albumi in una terrina;

* in un’altra terrina capiente setacciate la farina con il lievito, aggiungete lo zucchero e il sale e mescolate;

* nella ciotola dei tuorli mettete l’acqua, l’olio e mescolate;

* incidete la bacca ed estraetene i semi e grattugiate l’arancia mettendoli entrambi nei tuorli;

* sbattete per qualche secondo con le fruste elettriche (non occorre montare);

* preriscaldate il forno (statico a 160 °C o a 150 °C ventilato);

* procedete ora con il montare a neve gli albumi in planetaria o con le fruste elettriche aggiungendo le gocce di limone appena inizieranno a gonfiarsi e il cremor tartaro quando saranno bianchi e spumosi, continuate a far andare per qualche minuto;

* trasferitene una cucchiaiata nei tuorli per stemperare e amalgamate, aggiungete poi il resto degli albumi mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per non smontarli;

* versate l’impasto nello stampo NON IMBURRATO NE INFARINATO e infornate nella griglia più bassa per 45 minuti circa;

* una volta cotto capovolgete lo stampo e attendete tra le 4 e le 6 ore, poi calate su un piatto.

I consigli di Olly’Snack:

  • al posto dello zucchero extrafine normale potete utilizzare, come ho fatto anch’io, quello extrafine di canna;
  • le uova non devono essere da frigo così montano meglio, se non le avete grandi mettetene 7 di misura media;
  • quando gli albumi cominciano a fare la schiuma aggiungete qualche goccia di succo di limone, gli aiuterete così a montare meglio;
  • per verificare la cottura è necessaria la prova stecchino prima di estrarre la chiffon cake;
  • se la glassa risulta troppo densa aggiungete due cucchiai di acqua.

Per la crema alla panna e mascarpone: (con cui ho fatto le rose e ricoperto i lati della torta)

Ingredienti:

300 g di mascarpone

500 g di panna fresca da montare

Zucchero a velo facoltativo (se la panna non è già zuccherata)

Colorante a piacimento in gel

Procedimento:

Montate con le fruste elettriche la panna con il mascarpone per qualche minuto fino a quando otterrete una crema densa e spumosa ideale per decorare. Aggiungete una goccia di colorante appena prima di finire di montare la crema.

Una volta completamente raffreddata la vostra chiffon cake, spalmate la crema con una spatola sull’altezza della torta e fate aderire le scagliette di cioccolato. Mettete la crema rimanente all’interno di una sac a poche con beccuccio e create sulla superficie delle rose.

I consigli di Olly’Snack:

Per la crema ho variato leggermente questa ricetta base usando 250 g di mascarpone e 480 g di panna fresca non zuccherata ed è venuta benissimo, forse solo un po’ poco dolce, ma con le scagliette di cioccolato bianco non serve zuccherarla, eventualmente vi basterà aggiungere dello zucchero a velo.

Conservate in frigo.

… per tutte le foto e le ricette

seguitemi nella pagina Facebook @ollysnackrecipes 

e nella pagina Instagram @ollysnack

SALAME AL CIOCCOLATO SENZA UOVA

Il salame al cioccolato è un dolce al cioccolato e biscotti molto semplice da preparare. Qui vi propongo la versione del salame al cioccolato senza uova. Come tutte le varianti di salame al cioccolato, non richiede cottura ed quindi è perfetto nei casi in cui non si ha voglia di accendere il forno.

TEMPI: 15 minuti + riposo in frigo di 4 ore

DIFFICOLTA’: molto facile

Ingredienti:

140 g di cioccolato fondente

130 g di burro

50 g di zucchero a velo

50 g di cacao amaro

40 g di mandorle

220 g di biscotti secchi

130 g di Nutella

+ Zucchero a velo per spolverizzare

Procedimento:

mescolando con un cucchiaio, fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro, quando saranno amalgamati togliete dal bagnomaria e unite lo zucchero a velo setacciato con il cacao, mescolate fino a sciogliere i grumi, riduci a pezzetti i biscotti secchi in un sacchetto per alimenti passandoci sopra un matterello, frantumate anche le mandorle e unitele insieme ai biscotti al composto di cioccolato. Aggiungete la Nutella e amalgamate. Preparate due fogli di alluminio e disponete sopra l’impasto orizzontalmente, arrotolando date con le mani la forma di salame e ponete in frigo a rassodare per almeno 4 ore. Cospargete di zucchero a velo spalmandolo con le mani sulla superficie.

I consigli di Olly’Snack:

se come me siete intolleranti al lattosio, potete utilizzare il burro senza lattosio e, al posto della Nutella, la nocciolata Rigoni senza latte. Per una versione senza glutine vi basterà utilizzare biscotti secchi senza glutine. Se le mandorle non vi piacciono si possono sostituire con le nocciole. Si conserva in frigo per 3 giorni chiuso in un contenitore ermetico. Si può congelare per un mese.

 

CIAMBELLA ALLO YOGURT E LIMONE

Dalla collaborazione con l’azienda Lo Conte nasce la mia ciambella allo yogurt e limone, un dolce facile e veloce da preparare grazie anche all’uso di Elisir, bucce di limone grattugiate dell’azienda Decorì (Lo Conte) conservate in comode bustine che conferiscono al dolce un sapore fresco ed evitano di doversi armare di grattugia. Elisir è un aroma totalmente naturale e non contiene ne conservanti ne coloranti.

OCCORRENTE: fruste elettriche o planetaria + stampo per ciambella

TEMPI DI PREPARAZIONE: 30 minuti per l’impasto e la glassa + 45 minuti di cottura

DIFFICOLTA’: minima

Ingredienti:

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di farina di riso
  • 3 uova grandi (io ne ho usate 4 medie)
  • 190 g di zucchero di canna
  • 180 g di yogurt (bianco o al gusto che preferite)
  • 120 ml di olio di semi (io ho usato quello di girasole)
  • 1 bustina di Elisir scorze di limone essiccate e grattugiate Decorì (Lo Conte)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Procedimento:

  • imburrate (o oliate) e infarinate uno stampo per ciambella;
  • con le fruste elettriche o in planetaria lavorate per 5-10 minuti le uova con lo zucchero;
  • unite a filo l’olio di semi, le scorze di limone Elisir e lo yogurt a cucchiaiate, sbattendo dopo ogni aggiunta;
  • unite a piccole quantità (in modo che non si formino grumi) le farine setacciate con il lievito e aggiungete il pizzico di sale;
  • versate l’impasto nello stampo e infornate in forno statico preriscaldato a 170°C per 45 minuti circa.

Per la glassa al limone

Ingredienti:

250 g di zucchero a velo

1 limone piccolo

Procedimento:

versate 250 g di zucchero a velo in una ciotola e, un po’ alla volta, il succo di un limone piccolo, mescolate fino a sciogliere completamente eventuali grumi, inserite la glassa in una sac a poche e decorate la superficie della ciambella.

Ecco la vostra ciambella allo yogurt e limone è servita!

I consigli di Olly’Snack:

  • se non avete le bucce Elisir potete grattugiare un limone;
  • usate uova non fredde da frigo, se potete tiratele fuori dal frigo qualche ora prima di usarle;
  • anche lo yogurt non deve essere freddo da frigo;
  • per creare una variante potete inserire nell’impasto una manciata di frutti di bosco o mirtilli congelati;
  • per la glassa se non avete la sac a poche potete decorare con un cucchiaio.

Tiramisù con uova cotte

Il tiramisù è il dolce italiano più conosciuto al mondo e probabilmente anche il più eseguito dagli italiani nelle proprie case, qui sotto vi lascio la ricetta del tiramisù con uova cotte per gustarlo e proporlo ai vostri cari in tutta sicurezza!

OCCORRENTE: fruste elettriche + pirofila o coppette

TEMPI: 40 minuti

DIFFICOLTA’: media

Ingredienti:

  • 170 g tuorli
  • 340 g zucchero
  • 100 g di acqua
  • 1 bacca di vaniglia
  • 500 g di mascarpone
  • 500 g panna fresca
  • 1 confezione di savoiardi (io ne ho usati circa 40)
  • 10 tazzine di caffè
  • cacao amaro per spolverizzare

Istruzioni:

  • preparate il caffè, versatelo in una terrina e riponete in frigo a raffreddare;
  • dividete i tuorli dagli albumi e mettete i primi nella ciotola della planetaria;
  • prelevate i semi dal baccello di vaniglia, inseriteli nella ciotola con i tuorli e iniziate a montare;
  • nel frattempo in un pentolino unite zucchero e acqua e portate a ebollizione fino a 121° C*;
  • versate lo sciroppo a filo sul bordo della ciotola con i tuorli e montate a velocità massima per 10 minuti fino a quando la ciotola si sarà raffreddata e i tuorli saranno chiari e spumosi (se la ciotola non dovesse essere completamente fredda ponetela per pochi minuti in frigo);
  • ponete in frigo fino al momento dell’utilizzo;
  • in una ciotola a parte montate la panna e rimettete un attimo in frigo;
  • unite il mascarpone alle uova con una frusta a mano e quando sarà ben amalgamato unite la panna sempre delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto mescolando con una spatola;
  • ponete in frigo senza pellicole altrimenti la crema rischia di smontarsi;
  • prendete una pirofila di grandi dimensioni, mettete uno strato di crema;
  • inzuppate i savoiardi nel caffè freddo da entrambi i lati per un secondo e create un primo strato alternando con altri due strati di crema e un altro di savoiardi;
  • livellate la superficie, spolverizzate di cacao amaro, ponete in frigo per qualche ora e prima di servire spolverizzate ancora con un po’ di cacao amaro.

I consigli di Olly’Snack:

*se siete sprovvisti di un termometro da cucina vi basterà aspettare 3 minuti dal momento dell’ebollizione; *utilizzate tutti gli ingredienti ben freddi, anche nel momento di montare la panna, riponete in frigo la ciotola in cui la monterete; *se non avete la planetaria utilizzate le fruste elettriche lavandole accuratamente prima di montare la panna; *quando versate il mascarpone tralasciate la parte liquida che si trova sul fondo della confezione.

Crostata con frolla all’olio e Nutella

Questa crostata con frolla all’olio è il dolce che ho realizzato in collaborazione con l’azienda Lo Conte utilizzando la farina Le Farine Magiche per Pasta Frolla senza burro. La frolla di questa crostata, grazie alla farina Le Farine Magiche per Pasta Frolla senza burro è incredibilmente buona, pronta in un paio di minuti ed è facile da stendere, provare per credere, non appiccica per niente! Grazie ad un piccolo trucco non scurirete i bordi ottenendo una crostata chiara, morbida e fragrante!

Ingredienti:

  • 100 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 80 g di olio di semi *
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 300 g di farina per Pasta Frolla senza burro Le Farine Magiche
  • tra i 4 e i 6 cucchiai colmi di crema al caco e nocciole o Nutella

Procedimento:

  • In una terrina inserite lo zucchero, il sale, le uova, l’olio, la buccia del limone, un po’ della farina e mescolate, aggiungete il lievito e il resto della farina e mescolate ancora, otterrete un panetto liscio che non appiccica alle dita;
  • stendete la frolla con un po’ di farina sopra e sotto il panetto e foderate uno stampo imburrato e infarinato di 22 cm;
  • farcite con la crema spalmabile al cacao e nocciole o Nutella;
  • stendete la pasta rimanente e ricavate circa sei strisce della stessa larghezza che andrete a sovrapporre sulla crema;
  • piccolo trucco à cuocete la vostra crostata in forno preriscaldato a 170° ricoperta da un foglio di alluminio per 20-25 minuti e senza alluminio per 10 minuti circa.

*I consigli di Olly’Snack:

  • io ho usato olio di semi di mais, ma potete usarne anche di altro tipo purché di semi;
  • non è necessario, ma per stendere la frolla potete aiutarvi anche con due fogli di carta forno cospargendo leggermente di farina sopra e sotto il panetto;
  • per la farcitura ho utilizzato una crema senza latte alle nocciole e cacao, ma se non avete intolleranze al lattosio va benissimo la Nutella.

Plum cake con farina di riso

Questo plum cake è talmente morbido e soffice che assomiglia a quelli industriali, solo che è più buono e più salutare perché fatto con ingredienti naturali, inoltre, contenendo solo farina di riso, è perfetto per gli intolleranti e gli allergici al glutine!

Il procedimento è a prova di bambini, davvero molto semplice e veloce, allacciate il grembiule…si inizia!

OCCORRENTE: fruste elettriche + stampo L 22 cm

TEMPI DI PREPARAZIONE: 5 minuti + 35 di cottura

DIFFICOLTA’: molto facile

Ingredienti:

  • 250 g di farina di riso
  • 200 g di burro + mezza noce per la linea*
  • 150 g di zucchero
  • 4 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • il succo di 1 arancia
  • i semi di 1 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

zucchero a velo per spolverizzare

Procedimento:

  • spremete il succo di un’arancia e lasciate da parte;
  • in una terrina, lavorate con le fruste elettriche il burro ammorbidito (lasciatelo circa un’ora fuori dal frigo) con lo zucchero per qualche secondo fino a quando otterrete una crema spumosa;
  • aggiungete le uova*, unite la farina di riso, il lievito setacciato, il pizzico di sale, la scorza di limone, i semi di vaniglia e infine il succo d’arancia;
  • amalgamate il tutto con cura e versate nello stampo da plum cake da 22 cm;
  • cuocete a 180° C in forno preriscaldato per 35 minuti verificando la cottura con uno stecchino (dovrà uscire perfettamente asciutto);
  • sfornate e lasciate riposare per 5 minuti, sformate e spolverizzate di zucchero a velo.

I consigli di Olly’Snack:

* se non avete la vaniglia potete ometterla, assaporerete comunque gli aromi degli agrumi;

*utilizzate uova a temperatura ambiente (tiratele fuori dal frigo qualche ora prima);

*una volta inserito il composto nello stampo, sciogliete sul fuoco la mezza noce di burro e con la punta del coltello intingete nel burro e poi effettuate la linea centrale, in questo modo il plum cake dovrebbe aprirsi al centro;

*se avete uno stampo più grande, potete acquistarne uno in carta monouso al supermercato come ho fatto io, in questo caso potete far raffreddare completamente il plum cake e tagliarlo all’occorrenza;

* se vi ritrovate nel caso precedente, potete inserire lo stampo di carta all’interno di quello in metallo più lungo così gli garantirà la forma più regolare.

Cheesecake al limone

La cheesecake al limone è un dolce freschissimo, il dolce d’estate per eccellenza, per nulla nauseante, non richiede cottura ne molti utensili, nemmeno le fruste elettriche, ma solo una frusta manuale, un setaccio e uno stampo a cerniera!

DIFFICOLTA’: facile

TEMPI DI PREPARAZIONE: 50 minuti

OCCORRENTE: stampo a cerniera/apribile da 24 cm o da 26 cm (nel secondo caso verrà come la mia, un po’ più bassina)

Ingredienti

Per la base:

– biscotti digestive 180 g

– burro 100 g

Per il ripieno:

– ricotta 500 g

– formaggio fresco spalmabile 250 g

– zucchero a velo 150 g

– succo di limone 80 g

– scorza di limone 2

– panna fresca liquida 100 g

– gelatina in fogli 8 g (della Paneangeli ogni foglio pesa 2 grammi)

Per la glassa:

  • succo di limone 50 g
  • amido di mais 50 g
  • zucchero a velo 90 g
  • acqua 250 g
  • colorante alimentare giallo in gel 5 gocce

Procedimento

Per la base:

  • rivestite di carta forno il fondo dello stampo e, se lo avete, con acetato il bordo dell’anello;
  • frullate i biscotti riducendoli in briciole utilizzando un mixer se lo avete o semplicemente inserendoli in un sacchetto e schiacciandoli con un matterello;
  • inseriteli in una ciotola e unite il burro fuso, mescolate fino a ottenere un composto uniforme e disponeteli sulla base dello stampo livellando bene con un cucchiaio, poi riponete in frigo per 30 minuti.

Per la crema:

  • mettete la gelatina in ammollo in acqua fredda per 10 minuti;
  • setacciate la ricotta all’interno di una ciotola, unite il formaggio e mescolate il tutto;
  • grattugiate la scorza dei limoni e spremeteli fino a ricavarne il succo necessario che filtrerete attraverso un colino, infine mescolate;
  • unite anche lo zucchero a velo continuando a mescolare con una spatola;
  • in un tegame portate quasi a ebollizione la panna, spegnete il fuoco e scioglieteci completamente la gelatina che avrete precedentemente strizzato con le mani, lasciate intiepidire;
  • versate la panna poco per volta sul composto di formaggi mescolando per amalgamare al meglio;
  • prendete la base dal frigo e versate la crema di formaggio, livellate e riponete in frigo per almeno un paio d’ore.

Per la glassa:

  • in un pentolino versate la maizena e lo zucchero a velo, poi aggiungete il succo di limone e l’acqua mescolando rapidamente con una frusta in modo da evitare i grumi;
  • cuocete sul fuoco medio-basso per 3-4 minuti fino a che non si sarà addensata;
  • aggiungete infine il colorante giallo, mescolate e lasciate intiepidire mescolando spesso, poi versate la glassa sulla cheesecake e livellate con una spatola, ponete in frigo per almeno 4 ore;
  • prendete il dolce ed eliminate l’anello e la carta forno con l’acetato.

La cheesecake al linone si conserva in frigo per due giorni e in congelatore, anche già a fette

CHIFFON CAKE GLASSATA AL LIMONE

Per la festa della mamma di quest’anno ho preparato questa chiffon cake in quanto grazie alla sua altezza si presta perfettamente per essere decorata per le occasioni speciali. Io ho optato per una semplice glassa e tanta frutta in superficie per un effetto davvero WOW. La chiffon cake è la ciambella americana, incredibilmente soffice e caratterizzata dalla presenza del cremor tartaro, un lievito naturale di facile reperibilità nei comuni supermercati; priva di burro e latte è perfetta per gli intolleranti al lattosio. Non vi resta che provarla!

OCCORRENTE: planetaria o fruste elettriche + stampo per chiffon cake (il mio ha le seguenti misure 25 cm di diametro, 10 cm di altezza, 8 cm di larghezza)

TEMPI: 1 ora e un quarto

DIFFICOLTA’: medio-bassa

Ingredienti:

300 g di zucchero extrafine
290 g di farina 00 per dolci
200 g acqua di bottiglia (a temperatura ambiente):
120 g di olio di semi di girasole
6 uova grandi
i semi di un baccello di vaniglia
scorza di limone non trattato

2 gr di sale fino
1 bustina di lievito in polvere per dolci
8 gr di cremor tartaro

Procedimento:

* suddividete i tuorli dagli albumi mettendo i tuorli in una ciotola capiente e gli albumi in una terrina; * in un’altra terrina capiente setacciate la farina con il lievito, aggiungete lo zucchero e il sale e mescolate;

* nella ciotola dei tuorli mettete l’acqua, l’olio e mescolate;

* incidete la bacca ed estraetene i semi e grattugiate il limone mettendoli entrambi nei tuorli;

* sbattete per qualche secondo con le fruste elettriche (non occorre montare);

* preriscaldate il forno (statico a 160 °C o a 150 °C ventilato);

* procedete ora con il montare a neve gli albumi in planetaria o con le fruste elettriche aggiungendo le gocce di limone appena inizieranno a gonfiarsi e il cremor tartaro quando saranno bianchi e spumosi, continuate a far andare per qualche minuto;

* trasferitene una cucchiaiata nei tuorli per stemperare e amalgamate, aggiungete poi il resto degli albumi mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per non smontarli;

* versate l’impasto nello stampo NON IMBURRATO NE INFARINATO e infornate nella griglia più bassa per 45 minuti circa;

* una volta cotto capovolgete lo stampo e attendete tra le 4 e le 6 ore, poi calate su un piatto;

* decorate con la glassa e la frutta a piacere.

 

Per la glassa al limone:

mescolate 250 g di zucchero a velo con il succo di un limone aggiunto un po’ per volta.

 

I consigli di Olly’Snack:

  • al posto dello zucchero extrafine normale potete utilizzare, come ho fatto anch’io, quello extrafine di canna;
  • le uova non devono essere da frigo così montano meglio, se non le avete grandi mettetene 7 di misura media;
  • quando gli albumi cominciano a fare la schiuma aggiungete qualche goccia di succo di limone, gli aiuterete così a montare meglio;
  • per verificare la cottura è necessaria la prova stecchino prima di estrarre la chiffon cake;
  • se la glassa risulta troppo densa aggiungete due cucchiai di acqua.

Per le foto dei passaggi vedi la pagina Instagram @ollysnack

CIAMBELLONE AL CACAO CON LATTE DI MANDORLA

Se siete intolleranti al lattosio o desiderate un dolce con pochi grassi, questo ciambellone al cacao con latte di mandorla senza burro e olio è quello che fa per voi. Il risultato è un ciambellone soffice, ideale da inzuppare in una tazza di latte o di caffè.

DIFFICOLTA’: minima

TEMPO: 20 minuti per la preparazione e 40 per la cottura

OCCORRENTE: fruste elettriche o planetaria se l’avete, stampo per ciambellone

 

Ingredienti:

  • 220 g di farina 00
  • 180 g di zucchero
  • 250 ml di latte
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 75 g di cacao in polvere
  • 1 pizzico di sale

 

Procedimento:

  • preparate uno stampo per ciambellone oleato (o imburrato) ed infarinato;
  • preriscaldate il forno in modalità statica a 170°;
  • *in una ciotola setacciate la farina 00, il lievito vanigliato per dolci e il cacao amaro in polvere;
  • in una terrina di ampie dimensioni montate le uova(a temperatura ambiente) con lo zucchero per almeno 5 minuti fino a quando il composto diventa chiaro e spumoso;
  • al composto di uova e zucchero aggiungete un pizzico di sale;
  • unite le polveri un po’ alla volta alternandole con il latte di mandorla continuando a mescolare con le fruste elettriche a bassa velocità;
  • quando avrete ottenuto un composto cremoso e senza grumi, versatelo nello stampo;
  • livellate bene con un cucchiaio e mettete in forno per circa 40 minuti;
  • sfornato il ciambellone, lasciatelo raffreddare per una decina di minuti prima di sformarlo;
  • una volta completamente freddo cospargete la parte sagomata con dello zucchero a velo vanigliato.

 

I consigli di Olly’Snack:

  • per controllare la cottura effettuate la prova dello stuzzicadenti, se ne esce asciutto significa che il dolce è pronto;
  • le uova a temperatura ambiente vi permetteranno di montarle più velocemente;
  • *potete setacciare le polveri in un foglio di carta forno, quando le metterete nell’impasto saranno più semplici da maneggiare se formerete una sorta di scivolo con il foglio;
  • se avete la planetaria, consiglio di inserire nella ciotola apposita della macchina le uova precedentemente montate perché, con sole due uova, la planetaria potrebbe non riuscire a montare, a questo punto avviate la macchina e inserire le polveri un po’ per volta.

 

 

CROSTATA GLASSATA AL LIMONE “TIPO SFOGLIATINE”

 

La CROSTATA GLASSATA AL LIMONE “TIPO SFOGLIATINE” è una crostata talmente bella oltre che buona che vi farà fare un figurone. La frolla all’olio sarà più facile da stendere e posizionare nello stampo rispetto a quella al burro.

La ricetta che ho provato con ottimi risultati è di Fatto in casa da Benedetta che ringrazio per avermi fatto scoprire la splendida glassa che ricorda le sfogliatine.

OCCORRENTE:

  • Fruste elettriche
  • Teglia 22 o 24 cm (io ho optato per quella da 22 cm quindi ho avanzato un pezzetto di impasto)
  • Sac a poche (ideale quella usa e getta)

TEMPI: 1 ora totale compresa la cottura

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • 70 g di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 250 g di farina
  • 200 g di marmellata a piacere
  • 1 fialetta di aroma al limone (io ho usato l’olio essenziale di limone per evitare la fialetta di aroma, in alternativa potete mettere qualche goccia di succo di limone)
  • 50 g di marmellata di albicocche

Procedimento:

  • preparate una taglia da 22 o 24 cm con la base unta di burro o olio e infarinata;
  • in una terrina versate il primo uovo intero, del secondo separate il tuorlo dall’albume e versateci solo il tuorlo, tenendo da parte l’albume che servirà successivamente per la glassa;
  • aggiungete lo zucchero nella terrina;
  • versate l’olio;
  • mettete il lievito;
  • versate un po’ per volta la farina mescolando con movimenti circolari con le dita ogni volta che la versate;
  • versate un po’ di farina sul piano da lavoro e sopra l’impasto, terminate di impastare fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo;
  • quando le dita non si appiccicano più alla pasta la frolla è pronta;
  • stendete su un foglio di carta forno metà dell’impasto aiutandovi con un matterello e un po’ di farina sopra e sotto;
  • per estrarre con facilità la vostra crostata glassata al limone mettete sul fondo dello stampo due strisce di carta forno disposte a croce;
  • sistemate la pasta frolla appena stesa e regolate i bordi con un coltello;
  • spalmate 200 g di marmellata (qualsiasi gusto, io ho usato quella di frutti di bosco);
  • stendete l’altra metà della frolla e adagiatela sul dolce chiudendo bene con le dita la circonferenza;
  • con una forchetta bucherelliamo tutta la superficie;
  • con le fruste elettriche montate l’albume messo da parte;
  • aggiungeteci l’aroma o le gocce di limone;
  • spalmiamo la glassa su tutta la superficie del dolce lasciando fuori solo il bordo;
  • scaldate i 50 g di marmellata solo per qualche secondo e versatela dentro una sac a poche, tagliate la punta giusto per formare un buchino e create una griglia con righe decise che vanno da una parte all’altra della crostata (io ho fatto una griglia da 6 righe e 6 righe perpendicolari);
  • infornate in forno preriscaldato, a 160° in forno ventilato e a 170° in forno statico, per 35 minuti circa.

per vedere tutti i passaggi sfoglia le foto della mia pagina Instagram ollysnack