CROSTATA AL PISTACCHIO CON CREMA AL MASCARPONE

La mia crostata al pistacchio con crema al mascarpone nasce dalla voglia di creare un dolce al pistacchio così da poter utilizzare la granella di pistacchio Decorì inviatami dall’azienda Lo Conte con cui collaboro. La frolla, anche questa al pistacchio, è incredibilmente buona, dovete assolutamente provarla, in particolar modo appena cotta e lasciata raffreddare, sentirete che gusto! La crema che vi lascio qui l’ho fatta con poco zucchero e quindi non è per niente stomachevole. Un dolce squisito, non troppo elaborato e dal risultato assicurato!

 OCCORRENTE: fruste elettriche + sac a poche

DIFFICOLTA’: media

TEMPO: 10 minuti per la frolla + 8 ore riposo frolla + 10 minuti per la crema

Frolla al pistacchio di Leonardo Di Carlo

Ingredienti

110 g di burro*

250 g di farina 00

110 g di zucchero a velo

50 g di farina di pistacchio

1 uovo (55 g)

1 pizzico di sale

Procedimento per la frolla:

  • lavorate in una ciotola, o in planetaria con la foglia, il burro con lo zucchero a velo, aggiungete l’uovo con il pizzico di sale, amalgamate, inserite la farina setacciata e poi la farina di pistacchio, amalgamate senza montare, formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e mettete a riposare in frigo per 8 ore;

I consigli di Olly’Snack:

  • con queste dosi vi verranno due crostate piccole (da 18 cm) o una media (es. 22-24 cm) più qualche biscotto;
  • *fate ammorbidire il burro mezz’ora fuori dal frigo;
  • prima di aggiungere l’uovo sbattetelo leggermente con una forchetta e aggiungeteci il sale;
  • stendete la frolla a 3 mm di spessore sopra un foglio di carta forno spolverizzato di un po’ di farina così non appiccicherà, foderate lo stampo imburrato e infarinato e mettete la frolla, infine bucherellate con una forchetta;
  • cuocete a 175° in forno preriscaldato per circa 19 minuti (vi riporto qui la cottura in quanto non è parte della ricetta di Di Carlo).

Chantilly al mascarpone

Ingredienti

300 ml di panna fresca

2 cucchiai di zucchero a velo

250 g di mascarpone

i semi di una bacca di vaniglia

Per decorare … granella di pistacchio Le Decorazioni Decorì Lo Conte

Procedimento per la crema:

  • versate la panna in una ciotola dai bordi alti con due cucchiai di zucchero a velo setacciato, incidete a metà la bacca di vaniglia, prelevarne i semi, metteteli nella ciotola e montate a neve ferma il tutto con le fruste elettriche;
  • aggiungete il mascarpone in una volta scolandolo dall’eventuale liquido sul fondo della scatola e montate ancora finché sarà amalgamato.

Montaggio del dolce:

  • una volta raffreddata completamente la base, inserite la crema chantilly al mascarpone in una sac a poche con la bocchetta piatta e effettuate le onde partendo dal centro e poi proseguendo verso i bordi, infine verste la granella di pistacchio Decorì.

I consigli di Olly’Snack:

  • la crema mi è bastata per due crostate da 18 cm, quindi in base al vostro stampo regolatevi con questa indicazione, cospargete di granella di pistacchio Decorì e al termine riponete la crostata in frigo.

CHIFFON CAKE AL CIOCCOLATO

La chiffon cake è un dolce americano e questa versione, la chiffon cake al cioccolato, è la migliore che abbia mai fatto. Incredibilmente soffice, leggera, appagante, se i vostri commensali sono così bravi da accontentarsi di una fetta riuscirete a creare un orgasmo al palato a ben 12 persone 😀

E’ un dolce piuttosto semplice da fare, se rispettate i passaggi indicati in questa ricetta, scritta in maniera dettagliata (come le altre ricette di Olly’Snack), otterrete un dolce strepitoso in un’ora e mezza.

Per farlo ho utilizzato il cremor tartaro Decorì dell’azienda LoConte con cui collaboro, un lievito naturale estratto dalle uve che regala corposità agli albumi e quindi sofficità al dolce, adatto per gli intolleranti ai lieviti, al glutine e ai vegani.

TEMPI: 20 minuti + 50 per la cottura

DIFFICOLTA’: media

OCCORRENTE: fruste elettriche + stampo da chiffon cake o ciambellone

Ingredienti:

185 ml acqua bollente

50 g cacao amaro

1 cucchiaino raso di cremor tartaro Decorì LoConte

90 g di cioccolato fondente

300 g di zucchero + 50 g di zucchero

2 cucchiaini di lievito per dolci

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1/2 cucchiaino di sale

110 g di olio di semi (io uso l’olio di semi di mais o di girasole)

7 tuorli

8 albumi

180 g di farina 00

Procedimento:

  • in una terrina capiente versate l’acqua bollente sul cacao, mescolate con una frusta manuale e lasciate intiepidire;
  • tagliate il cioccolato in piccoli pezzi e mettete da parte;
  • preriscaldate il forno a 160°;
  • nella terrina precedente, aggiungete i 300 g di zucchero, il lievito, bicarbonato, sale, olio e tuorli leggermente sbattuti con una forchetta, mescolate fino ad amalgamare il tutto e setacciate la farina nel composto, mescolate ancora;
  • in un’altra ciotola (o nella planetaria se l’avete) montate con le fruste elettriche gli albumi con il cremor tartaro Decorì LoConte, quando saranno montati a neve ma non completamente, unite i 50 g di zucchero e continuate a montare ancora per qualche minuto finché saranno belli gonfi;
  • trasferite una parte degli albumi nella prima terrina e mescolate delicatamente con una spatola di gomma (se non la avete usate un cucchiaio di legno) dal basso verso l’alto senza smontarli, poi aggiungete gli altri mescolando sempre dolcemente e solo fino all’occorrenza;
  • versate l’impasto nello stampo NON imburrato ne infarinato e cuocete nel forno a 160° per 50/55minuti circa;
  • estraete la vostra chiffon cake al cioccolato e capovolgetela, lasciatela così dalle 4 alle 6 ore;
  • passate una lama nella circonferenza dello stampo per estrarre il dolce e posizionatelo su un piatto da portata con la parte più liscia rivolta verso l’alto, infine spolverizzate di zucchero a velo.

I consigli di Olly’Snack:

  • usate le uova a temperatura ambiente, non fredde da frigo altrimenti comprometterà la lievitazione;
  • prima di estrarre il dolce effettuate la prova stecchino con uno stuzzicadenti per verificare la cottura, lo sarà se uscirà completamente cotto;
  • nel caso non abbiate lo stampo da chiffon cake potete utilizzare quello per ciambella NON imburrato e reggendolo con dei supporti al momento in cui dovrete capovolgere il dolce appena sfornato in modo che la base non schiacci il dolce;
  • il dolce si svilupperà capovolto una volta cotto, se doveste imburrare per sbaglio lo stampo, questo non potrebbe accadere.